Grazie alla collaborazione con gli Eredi Luigi Ghirri, il premio Giovane Fotografia Italiana dal 2022 è intitolato a Luigi Ghirri, in virtù del forte rapporto del fotografo con la città di Reggio Emilia che ne custodisce anche l’archivio nella Fototeca della biblioteca Panizzi.

Oltre ad un riconoscimento in denaro, a partire dal 2022, grazie al partenariato del Comune di Reggio Emilia con Triennale Milano, chi si aggiudica il riconoscimento di Giovane Fotografia Italiana | Premio Luigi Ghirri potrà anche esporre una versione più ampia e completa del progetto in una mostra personale in Triennale Milano durante l’inverno successivo.
L’edizione 2023 ha visto l’introduzione della menzione speciale Nuove traiettorie. GFI a Stoccolma promossa in accordo con l’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma per lo svolgimento di una residenza d’artista che consisterà in un periodo di studio e ricerca in Svezia da parte dell’artista individuata/o, durante il quale potrà elaborare un progetto artistico che sarà esposto in una mostra a cura dell’IIC Stoccolma.
Il bando 2024 ha introdotto altre importanti opportunità: Photo-Match Scholarship, che consentirà a tre finalisti di GFI di ricevere una borsa di studio a copertura delle spese di viaggio e alloggio per partecipare al programma di letture portfolio Photo-Match nell’ambito di Fotofestiwal Łódź previsto in giugno 2024, e Artist Residency Dalby Forest, grazie al partenariato con Photoworks che, insieme alla Dalby Forest, Forestry England offre a due fotografi l’opportunità di una residenza d’artista immersiva ed ecologica della durata di una settimana nel cuore della Dalby Forest, nel North Yorkshire, Regno Unito, insieme a tutoraggio, introduzione al team e agli ecosistemi della foresta e opportunità di networking.


La giuria composta da Lorenza Bravetta (curatrice fotografia, cinema e new media Triennale Milano), Paola Di Bello (artista), Francesca Lazzarini (curatrice indipendente), Adele Ghirri (Eredi Luigi Ghirri) e Walter Guadagnini (direzione Fotografia Europea) ha decretato vincitrice del Premio Luigi Ghirri Giulia Mangione (Firenze, 1987), che vive e lavora a Oslo, con la seguente motivazione:

“Per la solidità della ricerca, per la qualità fotografica del lavoro, e per aver indagato il tema dell’appartenenza in relazione al sentimento della fine”.

GFI#10 - Allestimento Giulia Mangione

La giuria del premio – composta da da Tim Clark, Adele Ghirri, Elisa Medde, Cristiano Raimondi e Carlo Sala – l’ha decretata vincitrice del premio di Giovane Fotografia Italiana #09, del valore di 4000 euro.

Grazie alla collaborazione con La Triennale di Milano, Diachronicles è esposto per la prima volta in forma completa in una mostra personale nelle sale di Triennale Milano.


Nel 2021 i Vaste Programme hanno vinto la terza edizione del Premio GFI

Nell’edizione 2021. Reconstruction il premio Giovane Fotografia Italiana, del valore di 4000 euro, è stato riconosciuto ai Vaste Programme.

La giuria del premio è composta da Diane Dufour – per la direzione del festival Fotografia Europea, Arianna Rinaldo – photo editor e direttrice artistica di Cortona On The Move, e Carlo Sala – curatore e docente.


Il premio del valore di 2000 euro è stato assegnato nel corso dell’edizione 2019. Ropes/Corde, da una giuria composta da Walter Guadagnini, Chiara Fabro, Carlo Sala, al progetto di Iacopo Pasqui N.

“Per aver indagato la condizione esistenziale della vita nella provincia italiana attraverso una pluralità di media espressivi dove il dispositivo utilizzato riesce a rendere il conflitto tra il singolo e il corpo sociale in un clima di omologazione e isolamento.”


Nell’edizione 2018. Activism il premio Giovane Fotografia Italiana, del valore di 2000 euro, è stato assegnato a Marina Caneve.

La commissione che ha selezionato la vincitrice era composta da Walter Guadagnini, direttore artistico di Fotografia Europea, Federica Chiocchetti, fondatrice e direttrice di The Photocaptionist, Stefania Scarpini, project manager per Peep-Hole, Milano ed editor per Humboldt Books.


Il progetto GFI#11 | Premio Luigi Ghirri 2024 è realizzato grazie ai Fondi europei della Regione Emilia-Romagna
LOGHI FONDI EUROPEI REGIONE EMILIA-ROMAGNA

PROMOSSO DA
Logo Reggio Emilia Welcome
Logo Comune di Reggio Emilia
IN partnership CON
Logo IIC Stoccolma
Logo Triennale Milano
CON IL CONTRIBUTO DI
SPONSOR
Logo Giovani Imprenditori Unindustria Reggio Emilia

IN COLLABORAZIONE CON
Logo GAI - Giovani Artisti Italiani
Logo Fotografia Europea
Logo Fotofestiwal Lodz
Logo di Photoworks
Logo Fotodok, Utrecht